OGGIWEB il portale informativo tirrenico Il portale informatico OGGIWEB è al suo 13° Anno di vita - Il webmaster ti invita a registrarti per poter accedere alle sezioni riservate FORUM, MATERIALE etc.. Iscriviti e ... buona navigazione.
Home Il Sito del webmaster Mappe Satellitari Previsioni Meteo
  Notizie 

             

 
 
Le nostre foto

L'Associazione Teatrale Koinè nella commedia 'Il testamento du Zu Vicenzo' (12205)

Aforismi Celebri
Giove ci impose due bisacce: ci mise dietro quella piena dei nostri difetti e davanti, sul petto, quella con i difetti degli altri. Perciò non possiamo scorgere i nostri difetti e, non appena gli altri sbagliano, siamo pronti a biasimarli.

Fedro


- Istruzioni d'Uso
1) HomePage UgoLopresti (by webmaster) (IT)
2) OGGIWEB: Istruzioni d'uso (IT)
3) IL PERCHE' di OGGIWEB (IT)
4) MERCATINO: Istruzioni d'uso (IT)


Link Segnalati
HomePage Webmaster (4372)
Home Rai (3935)
Home Regione Siciliana (3910)
I soldati americani a Spadafora nel 1943 (3683)

Visitatori
Visitatori Correnti : 69
Membri : 0

Per visualizzare la lista degli utenti collegati alla community, devi essere un utente registrato.
Iscriviti

Log in
Login
Password (min. 8 car.)
Memorizza i tuoi dati:

Disclaimer/INFO
Il tuo Ip è:

3.208.22.127

DISCLAIMER: Questo portale web non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le immagini pubblicate, quando non sono di proprietà degli autori, sono procurate con licenza di pubblico dominio o prese liberamente dalla rete. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità né per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del portale stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete (Il fatto che il portale pubblichi questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità) né per eventuali commenti dei lettori, che se lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non vanno addebitati agli autori, neppure quando vengono formulati da anonimi. Nell’eventualità di una violazione di altrui diritti si pregano gli interessati di darne comunicazione a questo portale che prontamente provvederà alla cancellazione.

Temi
Tema

Eventi
<
Maggio
>
L M M G V S D
-- -- 01 02 03 04 05
06 07 08 09 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 -- --

Questo mese

 
Mostra fotografica al Castello di Spadafora
Inserito il 11 ottobre 2011 alle 09:05:00 da cristina lopresti. IT - Spadafora: Il suo Castello e dintorni (varie)

In (Continua in Dettagli) il commento di Vincenzo Bonaventura sulla mostra



Articolo estrapolato dalla Gazzetta del Sud - ed. di Messina del 13/10/2011 (Vincenzo Bonaventura)

Per riscoprire l'identità dell'Isola Fotografie soltanto di politici, attori e letterati

Spadafora - "Ritratti di Sicilia – Politica Letteratura Spettacolo", ospitata fino al 9 novembre nel Castello di Spadafora, è una di quelle manifestazioni che sembrano fatte apposta per essere criticate. Una mostra di fotografie, di taglio giornalistico piuttosto che artistico, che mette in fila 80 personaggi siciliani contemporanei (o quasi) di soli tre settori, quelli indicati nel titolo. Niente scienza, per esempio, niente pittori o musicisti e altro ancora.

Una scelta che, come tutte le scelte, si presta a mille attacchi. Attacchi che possono essere ancor di più se ciascun visitatore si "diverte" nella sua mente a togliere qualcuno che c'è (in foto naturalmente) e aggiungere qualcun altro che non c'è.Fa eccezione il gruppo dei politici, nel senso che, portata avanti l'idea di mostrare solo i presidenti della Regione Siciliana dalla fondazione (1947) a oggi, è stato relativamente semplice "metterli tutti al muro" (i ritratti fotografici, s'intende), senza ulteriori scelte.

Il consiglio, quindi, è quello di visitare l'esposizione senza (propri) preconcetti o pregiudizi e lasciarsi andare al percorso fotografico accettando l'idea che una raccolta così non può essere altro che soggettiva e discutibile. Ma con meriti che vanno riconosciuti.«L'intento – spiega infatti Laura Pulejo, presidente dell'Associazione Iconos, che organizza l'esposizione con la collaborazione della Regione e dell'Amministrazione comunale di Spadafora – è di offrire al visitatore un reportage celebrativo dell'identità siciliana, attraverso le istantanee fotogiornalistiche delle personalità del nostro tempo nei diversi campi della cultura, che hanno contribuito e contribuiscono a far conoscere e apprezzare a livello nazionale e internazionale i valori positivi della nostra Terra».

Il progetto si fa concreto nelle sale del Castello, con una sola critica che, nonostante la premessa buonista, non riesco a trattenere: l'assenza nel settore Letteratura di una foto di Luigi Pirandello. Prevedibile l'obiezione: ci siamo riferiti solo a scrittori del nostro tempo. Ora, a parte la presenza dei ritratti "antichi" di Elio Vittorini, Giuseppe Tomasi di Lampedusa (curioso, sono insieme l'autore del "Gattopardo" e l'editore che non volle pubblicarlo), Lucio Piccolo, Salvatore Quasimodo, Vitaliano Brancati e qualche altro, tutto sommato più giovani del premio Nobel agrigentino, che ci fa allora la bella foto di Giovanni Gentile, di Pirandello sostanzialmente coetaneo? Può mancare il migliore di tutti? Per il resto è godibile visitare la mostra prendendo quel che c'è, accettando l'idea (buona) di mettere insieme personaggi nazionalpopolari come Pippo Baudo o Franchi e Ingrassia vicino a emergenti di talento qual è la scrittrice messinese Alessia Gazzola, meritevole "vicina di foto" di gente come Leonardo Sciascia, Gesualdo Bufalino e Vincenzo Consolo.

Dove la cronaca fotogiornalistica si fa almeno in parte storia è ovviamente nella galleria di immagini dei 27 presidenti della Regione, a cominciare dal primo, Giuseppe Alessi, sino a finire con l'attuale, Raffaele Lombardo. In mezzo, personaggi molto diversi tra di loro: per esempio, Silvio Milazzo, da cui si è coniato il neologismo "milazzismo", a indicare un rimescolamento di carte politiche; Piersanti Mattarella, ucciso in un agguato di mafia; Rosario Nicolosi, un personaggio "forte"; Salvatore Cuffaro, discusso e attualmente detenuto. Ma la storia non consente omissioni o preferenze: è giusto che ci siano tutti. Fra di loro anche tre messinesi: Vincenzo Leanza, Giuseppe Campione e Franco Martino; gli ultimi due presenti alla cerimonia di inaugurazione della mostra.


Letto : 4007 | Torna indietro

 
 © www.oggiweb.it (da rielaborazione grafica © Asp-Nuke.it) 
Contattami

Questa pagina è stata eseguita in 0,28125secondi.
Versione stampabile Versione stampabile